Vivi il Lago Omodeo, immergiti nel cammino 


Regàlati del tempo

A te trovare il tempo per immergerti nella bellezza del lago Omodeo, a noi suggerirti dove camminare in questo paradiso naturalistico, archeologico e artistico, ricco di tesori di fede e cultura. 

Necropoli di Prunittu
Necropoli di Prunittu
Inaugurazione: 24 aprile 2022
Inaugurazione: 24 aprile 2022

Cammina

Passo dopo passo, lungo i sentieri di tempi lontani, lasciati abbracciare dalla natura;  respira bellezza, meravigliati, ammira e cammina da pellegrino verso la meta che ti sta dinanzi. 

Loda

Con le labbra e il cuore loda il Creatore, autore di tanta bellezza. Fermati e gioisci dentro di te. E nel cammino, con vero animo di pellegrino, rendi grazie a colui che ha fatto cielo e terra.

Ammira

Guardati all'intorno, riempi i tuoi occhi di bellezza. Immergi nella natura; vedi le tracce lasciate dall'uomo nei millenni; scruta i particolari. Ammira lo spettacolo che ti si offre gratis, ad ogni passo e in ogni momento.  

Cosa ti perdi, se non ti perdi

E scoprirai che è bello perdersi nella bellezza. Dove sono? Sei qui, in pace con te stesso. E però sei anche nel Miocene con la foresta fossile di Zuri e Soddì e poi ancora nel 3500 a.C. nelle domus de Janas di Prunittu; e poco più in là, nel tempio di Giove, I-II sec. d.C. o nel XIII sec., a S. Nicola di Nurotzo. Sì, sei nella macchina del tempo. Vesti i panni di Giano Bifronte perché  c'è da andare indietro nel tempo per capire da dove veniamo e dove andiamo. Tutto queste in poche decone di km quadrati. Perditi con noi.

Indietro tutta di 25 milioni di anni, sino al Miocene e la foresta fossile di Soddì e Zuri

Molti si fermano a Zuri per visitare la chiesa romanica di San Pietro (XIII sec.) e non osano fare 2 km in più, ignari di ciò che li attenderebbe a un tiro di schioppo. Infatti, sebbene i km siano davvero un nulla, il salto temporale è invece gigantesco. Le lancette vannoo indietro nel tempo di ben 25milioni di anni! Siamo nel Miocene, anche se ci troviamo bel sagrato della chiesa di Santa Maria Maddalena, o nel fondo valle sulle rive del lago. L'eruzione potente di un vulcano investe la foresta coi lapilli e la ricopre sino a trasformarla in foresta pietrifiicata. Chi se la sente, e ne vale la pena, si porta sulle rive del lago alla ricerca dell'esemlare (vedi foto) oppure si accontenta con quelli esposti nel sagrato. A voi la scelta. Non dimenticate di cercare Gabriele, colui che ha le chiavi della parrocchiale e de La Maddalena per ammirare anche i due pezzi all'interno della chiesa campestre e mostrarvi quello utilizzato a mo' di stampella per il bagolaro nel sagrato della parrocchiale. Un tronco fossile di 25milioni di anni fa ha salvato l'alberto del rosario. Potenza della preghiera in chiave minerale e vegetale.

All'interno della chiesa de La Maddalena, non  notiamo da subito che i 2 tronchi fossili fungono da basamento per l'altare e il tabernacolo. Solo avvicinandoci riusciamo a comprendere la soluzione liturgica adottata per questa chiesa, che è stata totalmente rifatta e ampliata negli anni Ottanta del secolo scorso e oggi (maggio 2022) in fase di abbellimento con una strada in vasalto. Non c'è pellegrino che trovandosi a Soddì non vi si rechi per visitare chiesa e sagrato e stupirsi dell'ingente e variegato campionario dei 15 tronchi d'alberi fossili esposti (palme, sterculiacee, laurinee, rutacee) ritenuti dagli esperti specie paragonabili a esemplari provenienti dall'Africa sahariana. Qui rimarrette di sasso per gli wow dei fossili, della natura, del lago e per l'ospitalità e gentilezza della gente. 110 abitanti, 220 mani tese ad accogliervi. 

SODDì-ZURI. Esemplare d'albero in situ della foresta pietrificata di Montigu Abile.
SODDì-ZURI. Esemplare d'albero in situ della foresta pietrificata di Montigu Abile.
SODDì. Chiesa di S. Maria Maddalena e dei 15 fossili della foresta pietrificata
SODDì. Chiesa di S. Maria Maddalena e dei 15 fossili della foresta pietrificata

Respira bellezza

ARDAULI. Abbeveratoio
ARDAULI. Abbeveratoio

Scopri 11 paesi, 11 perle 

incastonate in un angolo dell'isola di Sardegna che, ad ogni alba, si specchia di bellezza nelle acque dell'Omodeo.

Vieni a scoprire gli 11 paesi del lago, con le 23 chiese campestri e altre 32 edificate nei borghi; e, poi, le necropoli, i nuraghi, le tombe dei giganti, i dolmen, il tempio romano di Giove, le dighe, gli abbeveratoi...

Vesti i panni del novenante di ieri e del pellegrino di oggi e inizia il tuo cammino.

ammira il paesaggio, ancora intatto, e quello modellato dalla mano dell'uomo nei secoli; ascolta a distanza il belato che si confonde col tintinnio dei campanacci delle greggi al pascolo; lo scrosciare gagliardo delle acque dei torrenti che discendono dalle dolci colline sino a raggiungere il lago Omodeo; dissetati alle sorgenti e rinfrescati presso gli antichi abbeveratoi, disseminati lungo le campagne circostanti; fermati dinanzi alla maestosità delle querce secolari; porgi attenzione al canto degli uccelli, felici di abitare nel loro paradiso; stupisciti per i lavoro meticoloso dei contadini nei vigneti e negli oliveti; incàntati dinanzi alla vita e al lavoro puntuale della gente del lago; calati anche tu nelle storie e nei racconti di un lontano passato; gusta i saperi antichi, divenuti sapori capaci di rendere la vita bella ancora oggi; lasciati invadare dalla pace e dalla serenità di un angolo di Sardegna in cui la natura, ogni mattina, ai primi raggi del sole, si ammira come in uno specchio, scoprendo tutta la sua bellezza riflessa nelle acque dell'Omodeo e impreziosita da una meravigliosa collana di 11 perle, gli 11 paesi del Lago: Aidomaggiore, Ardauli, Bidonì, Busachi, Ghilarza, Nughedu Santa Vittoria, Sedilo, Soddì, Sorradile, Tadasuni, Ula Tirso.

TADASUNI. Pellegrini consumano il pasto
TADASUNI. Pellegrini consumano il pasto

I CAMMINI #AroundTheLakeOmodeo

SORRADILE. Panorama sul lago Omodeo dalla necropoli di Prunittu
SORRADILE. Panorama sul lago Omodeo dalla necropoli di Prunittu

CAMMINI: TIPOLOGIA


Si suddividono in: Brevi, < 10 km; Medi, 10-19 km; Lunghi, > 20 km.

Possono essere di 2 tipi: Lineare e ad Anello.

Lineare (=L), si va da A e si arriva a B, più tappe intermedie; Anello (=A): si parte da A e si ritorna ad A.

BIDONI. Panorama dal colle che accoglie il Tempio di Giove.
BIDONI. Panorama dal colle che accoglie il Tempio di Giove.

CAMMINI: GRADO DI DIFFICOLTA'

Il grado di difficoltà è triplice: Facile, Intermedio e Impegnativo.

  • Facile (=F), può essere percorso da tutti;
  • InterMedio (=M), richiede resistenza e allenamento;
  • Impegnativo (=I), non indicato per i principianti. Richiede ottimo allenamento, resistenza e l'equipaggiamento necessario.
SORRADILE. IL BORGO A FEBBRAIO CON PANORAMA DELLA PARROCCHIALE COL MANDORLO FiORITO.
SORRADILE. IL BORGO A FEBBRAIO CON PANORAMA DELLA PARROCCHIALE COL MANDORLO FiORITO.

Gli 11 paesi del lago Omodeo

I cammini attraversano le campagne e gli 11 paesi del Lago Omodeo:

Aidomaggiore,
Ardauli,
Bidonì,
Busachi,
Ghilarza,
Nughedu Santa Vittoria,
Sedilo,
Soddì,
Sorradile,
Tadasuni,
Ulà Tirso
.


più altri tre

Boroneddu,
Neoneli, 
 Zuri.

Scarica l'app Komoot


L'app Komoot, fortemente consigliata, è utile.
Offre il tracciato del percorso in Gpx, i km, 
la durata, il dislivello, il meteo e molto ancora.
Scarica l'app. Vai su komoot.it.

Circondato da una natura generosa e incontaminata

La natura la fa da padrona nel Guilcer-Barigadu. Il paesaggio si specchia lungo i 29 km quadrati del Lago Omodeo e regala ai pellegrini una quarantina di percorsi. Si è piacevolmente circondati dalla macchia mediterranea e dai profumi di una natura generosa e meravigliosa.

Scopri le 50 chiese e i numerosi siti archeologici 

50 le chiese sparse nel territorio del lago. Talune rimontano al XII secolo. Molte sono piccole come dimensioni ma cariche di storia. Veri gioielli d'arte. E poi foreste pietrificate, domus de Janas, tombe dei giganti, menhir, Nuraghi, templi romani, miniere d'oro dismesse, abbeveratoi d'incanto.

Cammina sui passi dei novenanti di ieri e di oggi

Vieni e calca i passi dei novenanti di ieri, pellegrini ante litteram, e di oggi, che ogni anno, per 9 giorni, lasciano il proprio paese, per abitare i novenari dove venerare i santi e vivere, come comunità, la dimensione della festa.


Lungo 400 chilometri attorno al lago Omodeo

Percorri sentieri plurisecolari per raggiungere le 19 chiese campestri sparse nel territorio, le parrocchiali e le succursali nei borghi. Il silenzio, i profumi e lo stupore, ti accompagneranno, passo dopo passo. 

Sei pronto? 

scegli il tuo cammino

SORRADILE. Verso Santa Maria Turrana
SORRADILE. Verso Santa Maria Turrana

Clicca su uno dei 40 Cammini 

Scegli il paese e il percorso più adatto per te in base al tempo, ai gusti e al grado di difficoltà.


Buon cammino, pellegrino - Buen camino, peregrino